Alimentatore duale da laboratorio

Schema elettrico di un alimentatore “dual tracking”regolabile tra ±1,2 e ±30 V.

Un alimentatore duale regolabile è estremamente utile quando si eseguono prove di laboratorio su circuiti audio. Il circuito rappresentato nello schema è in grado di fornire una tensione duale compresa tra circa ±1,2 V e ±30 V con una corrente fino a circa ±1,5 A per ramo (compatibilmente con la dissipazione dei regolatori).

Leggi tutto “Alimentatore duale da laboratorio”

Perché gli op-amp provenienti da Hong Kong costano la metà?

Integrati fake: quando le misure smascherano l’op-amp contraffatto.

Nelle piattaforme e-commerce come eBay e Aliexpress è facile trovare circuiti integrati per uso audio a prezzi incredibilmente bassi. Queste inserzioni, pubblicate spesso da venditori con sede in Cina o nel Regno Unito, possono apparire molto convenienti, tanto da registrare centinaia di vendite. Tuttavia, gran parte di esse sembrerebbe riguardare delle contraffazioni di minor qualità.

Leggi tutto “Perché gli op-amp provenienti da Hong Kong costano la metà?”

Valori tabulati dell’equalizzazione RIAA

Nella tabella sono riportati i valori della risposta in frequenza RIAA per frequenze comprese tra 10 Hz e 100 kHz. I valori sono stati ricavati per via analitica impiegando le costanti di tempo standardizzate di 3180 µs, 318 µs e 75 µs, e sono stati normalizzati alla frequenza di riferimento di 1 kHz.

Leggi tutto “Valori tabulati dell’equalizzazione RIAA”

Induttori e ferriti antidisturbo

L’uso degli induttori nell’attenuazione dei disturbi.

In elettronica si ha spesso la necessità di arrestare delle correnti di disturbo che si propagano lungo i conduttori. A questo scopo sono utili gli induttori che, posti in serie ai conduttori,  aumentano la loro impedenza al crescere della frequenza.

Leggi tutto “Induttori e ferriti antidisturbo”

Il guadagno e i decibel

Le misure espresse in decibel (dB) esprimono, in forma logaritmica, il rapporto tra due grandezze omogenee. Questo è un ottimo modo per esprimere l’amplificazione, perché permette di ottenere valori che possono essere facilmente addizionati tra loro. Quando l’amplificazione viene espressa in decibel, viene detta guadagno.

Leggi tutto “Il guadagno e i decibel”

L’effetto pelle nei cavi audio

Ma quante storielle ci raccontano sui cavi?

I cavi audio sono sistematicamente oggetto di innumerevoli speculazioni e preconcetti. Uno di questi sostiene che l’effetto pelle nei cavi possa peggiorarne le prestazioni alle alte frequenze. Ma sarà vero?

Vediamo di passare dalle parole ai fatti con una semplice analisi.

Leggi tutto “L’effetto pelle nei cavi audio”

Amplificazione, transconduttanza e transresistenza

Una panoramica delle varie forme di amplificazione nell’elettronica analogica.

Un amplificatore elettronico è un dispositivo capace di aumentare la potenza di un segnale. Il rapporto tra il segnale d’uscita e quello d’ingresso prende il nome di amplificazione, che è definita come: \[A_x\equiv \frac{x_o}{x_i}\] dove \(x_o\) è il segnale d’uscita e \(x_i\) il segnale d’ingresso.

Leggi tutto “Amplificazione, transconduttanza e transresistenza”

Generatori di tensione e generatori di corrente

In elettronica, un generatore è un dipolo capace fornire potenza ad un circuito detto carico. I generatori ideali si distinguono in generatori di tensione (fig. 1/a) e generatori di corrente (fig. 1/b).

Fig. 1 – Simboli del generatore di tensione (a) e di corrente (b).

Leggi tutto “Generatori di tensione e generatori di corrente”

Burst generator

Un semplice circuito per ottenere dei burst ripetitivi a partire da qualsiasi segnale periodico.

Il circuito descritto in quest’articolo è in grado di generare dei segnali burst a partire da qualsiasi segnale periodico, per esempio sinusoidale.

Alcune forme d'onda del circuito: segnale d'ingresso (1), burst all'uscita (2), segnale di clock (3) e segnale di sincronizzazione (4).
Alcune forme d’onda del circuito: segnale d’ingresso (1), burst all’uscita (2), segnale di clock (3) e segnale di sincronizzazione (4).

Leggi tutto “Burst generator”

La differenza tra la teoria e la pratica

Due lampadine per dimostrare che le misure non servono a niente solo se non si sa come interpretarle.

Un’opinione piuttosto diffusa tra gli “audiofili” è che esista una sorta di limite invalicabile tra le previsioni teoriche e i riscontri pratici, per cui qualsiasi supposizione o misura potrebbe essere facilmente smentita da una prova empirica.

«L’amplificatore X ha una distorsione dello 0,000001% eppure “suona” peggio dell’amplificatore Y che distorce dell’1%. Questo dimostra che le misure sono inutili!»L’audiofilo superficiale

Tuttavia, questo è vero soltanto se non si conosce abbastanza bene la teoria, perché soltanto grazie ad essa si riesce ad attribuire alle misure il giusto significato. Quando diciamo che un tavolo è lungo 120 cm, non stiamo dicendo che è un bel tavolo. Se questo sembra scontato nella vita quotidiana, può non esserlo quando si parla di argomenti complessi.

Leggi tutto “La differenza tra la teoria e la pratica”